Pensiero della buonanotte (Poesia) – 20 settembre 2017

Mare di settembre

 
E tu non venire incontro al mare
recando in mano una rosa rossa
mentre nuovole rubate a un quadro
si affacciano all’ orizzonte
come soldati schierati alla morte .
 
Porgi il viso alla terra
come angelo di pudore,
come salice piangente
adombrato di mestizia.
 
I tuoi occhi dentro i miei
non riescono a vedersi,
ma prosegui e segui il sole
che morente ora ti chiama.
 
L’ hai gettata,
sono sicuro,
tra le onde, danzanti e cupe,
forse come struggente addio
ad un amore che finisce
o come ultimo bacio
a chi adesso non c’e’ più.
 
Mi accompagnano per la strada
il tuo volto e la tua rosa,
quelle nuovole,
quel vento,
e quel mare
di settembre
che mi parla ancora di te.
 
Pino Mignano.
20 settembre 2017

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *