Sapere di non sapere.
Sono stato sempre curioso, per natura. Amo leggere, documentarmi, conoscere . I nuovi media, Internet in testa, permettono di accedere ad un sapere che prima era riservato a pochi.
Occorreva fare ricerche, leggere riviste specializzate, frequentare corsi specifici. Oggi invece è tutto a portata di click.Ma tutto questo non ci deve dare l’ illusione di sapere tutto e di saper argomentare su tutto.Se c’e’ una cosa che penso inoltre di avere è l’ umiltà, stato d’ animo con cui ci si predispone all’ ascolto.Non possiamo sapere tutto o essere preparati su tutto.Possiamo avere una nostra personale visione delle cose, un nostro modo di vedere quella determinata situazione,ma si deve avere però l’ umiltà di accettare che abbiamo dei limiti. Ciò comporta il saper stare zitti quando occorre stare zitti, il saper discernere cosa rientra e cosa non rientra nelle nostre abilità.La nostra è pur sempre una visione parziale delle cose perchè non abbiamo le dovute conoscenze e competenze alla base.Sapere di non sapere penso sia una dote, un atto dovuto di umiltà nei confronti della vastità del sapere.
Pino Mignano – 28 aprile 2020

www.pinomignano.com