fabrizio-frizzi

Anche io mi sento di spendere de parole su Fabrizio Frizzi perchè mi piace riflettere su quello che accade intorno.
E’ indubbio che quando muore un personaggio pubblico ognuno cerchi in qualche modo di ricordarlo. Sono sempre i ricordi che ci fregano, perchè legano quel personaggio a qualcosa che ha fatto parte della nostra vita: in un modo o nell’ altro un piccolo tassello di noi se ne va insieme a lui.
Fabrizio entrava con il suo volto da bravo ragazzo nelle nostre case, un modo garbato di fare televisione, senza urlare, senza ricorrere allo scoop per fare audience: trattava i concorrenti con umanità, con modi gentili come si fa con i vecchi amici. Era insomma il volto bello, schietto e sincero della tv ed è questo che ha lasciato: la bellezza delle cose semplici, genuine, fatte col cuore.
Ce ne sono tanti in mezzo al marasma televisivo, di volti puliti, ma forse per una sorta di inspiegabile, morbosa, curiosità siamo piu’ attratti dalla tv spazzatura, volti fatti e rifatti, urla e pettegolezzi.

Fai buon viaggio Fabrizio…

Pino Mignano – 28 marzo 2018